fbpx
""/
News, Video Interviste

Digital Manufacturing: il futuro a portata di stampante 3D

Nuova live di e-makers: temi principali la stampante 3D e il digital manufacturing

Che cos’è una stampante 3D? Come funziona? Cos’è in grado di produrre? Quali sono le sue applicazioni o i suoi limiti? A queste e molte altre domande risponderanno gli ospiti di oggi

Fare rete, confrontarsi, imparare e conoscere gli altri, stupirsi e stimolarsi. Ecco perchè nasce e-makers LIVE

La stampa 3D nasce nel 1986, con la pubblicazione del brevetto di Chuck Hull, che inventa la “stereolitografia”: una tecnica basata sulla costruzione di un oggetto tridimensionale tramite dei dati digitali elaborati da un software CAD/CAM

Dal 1986 la stampa 3D si è evoluta e differenziata attraverso l’introduzione di nuove tecniche di stampa e materiali che ne hanno permesso la diffusione in molti settori

A partire dal 2009, con la scadenza del brevetto sulla tecnologia FD, il costo delle stampanti 3D si è considerevolmente ridotto. Questo le ha rese economicamente accessibili alle piccole e medie imprese favorendone l’ingresso nel mondo degli uffici.

Presentiamo brevemente i nostri ospiti, due innovatori del settore della digital manufacturing:

Alessio Lorusso, inserito nella classifica 2018 di Forbes dei 30 under 30 nella categoria “industry”, è CEO di Roboze, azienda che sta ridisegnando l’industria manifatturiera e rivoluzionando il mondo della stampa 3D. La tecnologia più precisa consente di lavorare super polimeri e materiali compositi per la realizzazione di parti funzionali da utilizzare nelle condizioni più estreme.

Massimo Temporelli, imprenditore e divulgatore scientifico, è Presidente e Co-founder del The FabLab. L’idea nasce nel 2014 come laboratorio condiviso di fabbricazione digitale sul modello Fab Lab del Massachusetts Institute of Technology. In poco tempo hanno messo in pratica i più innovativi processi operativi per supportare la progettazione e lo sviluppo di prodotti dirompenti

Se siete curiosi di conoscere i nostri ospiti, cliccate qui per vedere la diretta

Per saperne di più continua a leggere il nostro blog

"Massimo
News, Video Interviste

E-makers meets: parla il Fisico Massimo Temporelli

E-makers presenta il nuovo format di video-interviste a professionisti del mondo digital e dell’innovazione tecnologica: partiamo da Massimo Temporelli.

Fare rete, confrontarsi, imparare e conoscere gli altri, stupirsi e stimolarsi. Ecco perché nasce un nuovo format: “e-makers meets” non potevamo che iniziare con il botto! Con grande piacere abbiamo intervistato uno dei massimi esperti di Tecnologia e Innovazione del nostro paese, Massimo Temporelli!

Fisico, divulgatore scientifico, presidente e co-founder di “The FabLab”, dal 2013 dirige la collana scientifica Microscopi (Hoepli). Si occupa di antropologia e tecnologia, adora la società e l’evoluzione della specie.
Ha partecipato come speaker ai TEDx di Firenze e di Torino, possiamo seguirlo su Amazon TV con X-Makers, su Rai Scuola Memex (2016), su Rai Due Detto Fatto (2017) o su Rai Scuola ToolBox (2019). E possiamo anche ascoltarlo nel suo appassionato podcast F***ing Genius.
Per leggerlo ecco i suoi ultimi libri: Innovatori! (2016), 4 punto 0 (2017)e Leonardo Primo Designer (2019), tutti pubblicati da Hoepli.

In questo primo appuntamento con “e-makers meets” abbiamo discusso su vari temi tra cui rivoluzioni antropologiche e sociali, L’importanza della tecnologia per l’animale uomo, vera arma per “difendersi” ed evolversi in natura e come le nuove tecnologie vanno pari passo all’evoluzione di noi Homo Sapiens.

Si pone l’attenzione anche su un tema vicinissimo a Temporelli: la Stampa 3D, la conversione dell’artigianato tradizionale in quello digitale, conversione dell’atomo in byte.

C’è stato modo di poter discutere anche dei Fab Lab, del loro altissimo potenziale in ambito imprenditoriale, didattico e del fondamentale impatto in termini di ecosostenibilità. Della possibilità infinite dell’industria 4.0 che aumenta le possibilità di innovazione che emerge dall’incontro virtuoso di più forze, strettamente interconnesse. Non è sufficiente adottare un nuova tecnologia o sperimentare un nuovo modello di revenue per produrre innovazione. Occorre che le forze congiunte coesistano e concorrano a trasformare profondamente la struttura dei nuovi luoghi di lavoro.

La video-intervista

continua a seguirci sul nostro blog https://www.e-makers.it/blog/

""/
News

Coronavirus: makers stampano valvole respiratorie per l’ospedale di Chiari

La comunità dei creativi digitali, amanti della tecnologia fai-da-te, accorre per aiutare a produrre le valvole respiratorie andate esaurite a Chiari

Salvare vite umane con una stampante 3D. Con l’uso della tecnologia, due bresciani, Cristian Fracassi e Massimo Temporelli, con l’aiuto di molti altri, hanno prodotto gratuitamente le valvole di respirazione andate esaurite all’ospedale di Chiari, in provincia di Brescia.

Raccontata dal Giornale di Brescia, la notizia ha fatto il giro del mondo, grazie anche agli articoli pubblicati da testate come Bbc e New York Times. Il ministro dell’Innovazione Paola Pisano su Twitter ha fatto i complimenti ai due imprenditori, per un gesto umano straordinario, unito ad una grande consapevolezza imprenditoriale e tecnologica.

Il quotidiano bresciano ha raccontato che è stato Massimo Temporelli, fisico, imprenditore e divulgatore scientifico ad attivare “la rete dei makers dei FabLab”, cercando di stampare quel pezzo 3D in loco. Hanno prodotto le valvole molto velocemente, anche se bypassando alcune procedure come la certificazione e il marchio Ce. Temporelli, responsabile del The Fab Lab, ha spiegato che «in questo momento di emergenza non ci sono alternative. Si sono rotte delle regole, come la proprietà intellettuale, che dal punto di vista scientifico, industriale e legislativo in un periodo normale sono sacrosante. Ora però queste regole passano in secondo piano perché prioritario è salvare vite».

Makers in prima linea

La ‘rete dei makers’ (c’è chi li chiama artigiani digitali) ancora una volta si dimostra determinante come leva della collaborazione tra gli appassionati di tecnologia fai-da-te, con in comune la passione di mettere in pratica i loro progetti.

A fare la differenza e ad aumentare il numero dei membri della community è stato l’arrivo della scheda Arduino, prodotta ad Ivrea, più facile e meno costosa per costruire prototipi, comprese le stampanti 3D. 

Massimo Banzi, co-fondatore di Arduino e ritenuto il “papà dei maker”, in questi giorni di permanenza obbligatoria a casa, ha chiamato a raccolta gli appassionati per il primo “#BarArduino“, evento in streaming su Youtube con la partecipazione di celebrità tra i creativi digitali e la presentazione di progetti di giovani maker. La prima puntata registrata di #BarArduino è disponibile sul canale YouTube di Arduino.

Fonti : Rai news e Giornale di Brescia.

Scopri di più sul nostro blog : https://www.e-makers.it/blog/

Privacy Settings
We use cookies to enhance your experience while using our website. If you are using our Services via a browser you can restrict, block or remove cookies through your web browser settings. We also use content and scripts from third parties that may use tracking technologies. You can selectively provide your consent below to allow such third party embeds. For complete information about the cookies we use, data we collect and how we process them, please check our Privacy Policy
Youtube
Consent to display content from Youtube
Vimeo
Consent to display content from Vimeo
Google Maps
Consent to display content from Google
Spotify
Consent to display content from Spotify
Sound Cloud
Consent to display content from Sound